L’Amministrazione avverte tutta la cittadinanza che intende procedere alla Seconda Variante Generale al Piano degli Interventi.

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 23/02/2019 è stato presentato il Documento Programmatico Preliminare del Sindaco di cui all’art. 18, comma 1, della Legge Regionale 11/2004, scaricabile in allegato alla presente.

Entro il 01/04/2019 chiunque può presentare proposte per la formazione della variante generale al PI, per i seguenti tematismi:

  • Interventi all’interno delle zone di edificazione diffusa (“R.D. Residenziali Diffuse” e “N.R.A. Nuclei Residenziali in ambito Agricolo”).
  • Interventi di trasformazione del territorio e/o del patrimonio edilizio esistente attraverso la proposta di accordi “pubblico-privati”.
  • Revisione delle “Z.T.O. C1” sottoposte ad obbligo di strumento urbanistico attuativo e revisione del dimensionamento e del carico urbanistico delle zone di espansione a carattere residenziale (Z.T.O. “C2”).
  • Individuazione e schedatura annessi rustici non funzionali alla conduzione del fondo (a seguito dell’istruttoria delle domande e prima dell’adozione della variante al P.I. sarà necessario presentare specifica relazione agronomica a firma di tecnico specialista)
  • Schedatura e regolamentazione attività produttive in zona impropria esistenti.
  • Recupero del patrimonio edilizio esistente anche con revisione del grado di tutela dei fabbricati schedati.
  • Proposte di modifica dell’apparato normativo vigente.
  • Richiesta riclassificazione di aree edificabili in inedificabili (“varianti verdi” ai sensi della L.R. 04/2015).
  • Altro.

Utilizzando l’apposito modello disponibile presso l’Ufficio Tecnico o scaricabile in calce alla presente.

02/03/2019