Una scelta in Comune per la donazione di organi e tessuti

Una scelta in Comune per la donazione di organi e tessuti

una scelta in comune

Comune di Saccolongo ha aderito al progetto “Una scelta in Comune“, un’iniziativa promossa dal Ministero della Salute e accolta dalla Regione del Veneto con Legge Regionale nr. 9 del 08.03.2016.

Il progetto intende informare i cittadini sulla possibilità di esprimere la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti anche in Comunein occasione del rinnovo/rilascio della carta di identità.

L’espressione della volontà sulla donazione è assolutamente facoltativa e può essere  espressa da tutti i cittadini maggiorenni non iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero).
L’Ufficio Anagrafe del Comune di Saccolongo raccoglie la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti che il cittadino sottoscrive al momento del rilascio o del rinnovo della Carta di identità elettronica, trasmettendola contestualmente al Sistema Informativo Trapianti (SIT).
Nel caso in cui il cittadino intenda modificare la propria volontà così registrata nel SIT, la nuova volontà di donare o meno dovrà essere dichiarata presso l’ASL di appartenenza oppure – al momento del successivo rinnovo del documento di identità – nuovamente presso l’Ufficio Anagrafe.

Come si esprime la propria volontà

Ogni cittadino ha a disposizione cinque differenti modalità per esprimere in vita la propria volontà in merito alla donazione. Tutte le modalità sono ugualmente valide e, qualunque sia la scelta espressa, questa verrà rispettata dai medici.

La volontà può essere espressa:

  • compilando e firmando un modulo presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Saccolongo al momento del rilascio/rinnovo della carta d’identità;
  • compilando e firmando un modulo di espressione volontà presso l’ASL di appartenenza;
  • mediante atto olografo indicando la propria volontà ed i dati personali. Questa dichiarazione va firmata e datata e deve essere sempre portata con sé;
  • attraverso le associazioni di donatori (AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule);
  • compilando e firmando il “Tesserino blu” consegnato dal Ministero della Salute nel Maggio 2000 o le tessere delle Associazioni di settore.

Dove sono conservate le espressioni di volontà

Le espressioni di volontà vengono inviate dal Comune al CNT (Centro Nazionale Trapianti), così come stabilito dalla legge 91/99. Qui è mantenuto un registro informatizzato nazionale, denominato SIT (Sistema Informativo Trapianti) dove vengono raccolte tutte le espressioni di volontà, di assenso o dissenso, alla donazione rese dai cittadini italiani attraverso la deposizione alle ASL, all’AIDO e ad alcuni Comuni. Non è possibile conoscere attraverso il SIT le volontà di chi si è espresso firmando il “tesserino blu”, le donorcard delle associazioni di settore e gli atti olografi. Questi documenti devono essere custoditi insieme ai documenti personali.

Le informazioni contenute nel SIT possono essere consultate, dopo la comunicazione del decesso ai familiari, dal personale del CRT (Cooordinamento Regionale per i Trapianti), per verificare l’eventuale presenza di consenso o dissenso esplicito.

Per approfondimenti e per conoscere tutti gli aspetti legati alla donazione di organi e tessuti consultare i siti:

Centro nazionale trapianti
Coordinamento regionale trapianti

Pagina aggiornata il 11/11/2023

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2
Inserire massimo 200 caratteri